panorama

Dove nasce il Ramandolo

Nei Colli Orientali del Friuli intorno a Ramandolo, da 500 anni almeno si coltiva la vite, dove le colline diventan quasi montagna e s’inerpicano su a terrazze, verso Nord, con quei vigneti che paiono strappati alla terra. Le notti fredde e i giorni caldi, il terreno marnoso, la buona altitudine (fra i 200 e i 400 metri) e l’elevata piovosità, creano un ambiente del tutto originale per la viticoltura.

Qui digradano i vigneti dell’Azienda Dario Coos srl: cinque ettari coltivati a Verduzzo Giallo e in piccola parte a Picolit, secondo una densità d’impianto che raggiunge le 7.000 piante per ettaro, così da ottenere una resa qualitativa ottimale. Questo fa sì che i vini dell’ Azienda siano davvero unici, che il suo Ramandolo di Ramandolo abbia in sé la forza e la generosità di una grande tradizione e il suo Picolit faccia onore alla fama di cui gode.